Critiche

1_giorgio_bonomi_300x225
Foto tratta da: http//senigallinotizie.it

…Sul piano formale la costruzione plastica avviene sempre con l’equilibrio di linee verticali ed orizzontali; la vettorialità dei segni lineari contrari viene, per così dire, “addolcita” dalla linea curva, discreta, mai ridondante o barocca.

Il “cubismo” di Mazzini riprende la divisione geometrica dei volumi di Cézanne, più che la simultaneità dei piani spaziali di Picasso: la staticità rievoca l’assenza metafisica dechirichiana, non la monumentalità di certa scultura novecentesca…

Giorgio Bonomi, critico d’arte, curatore della mostra personale presso il Santuario di San Damiano ad Assisi e del catalogo, nell’anno 1997.

2_mariano_apa_300x225
Foto tratta da: http//www.premioceleste.it

…Nell’esperienza di Mazzini vengono messi in evidenza, in una lettura apppropriata, proprio le valenze profonde di uno spazio culturale geloso della propria indipendenza in quanto fedele, l’artista e le sue opere, alla coscienza della ricerca linguistica entro cui confluiscono i luoghi del Naturalismo non descrittivistico e dell’Astrattismo non estetizzante e non intellettualistico…

Mariano Apa, critico d’arte, curatore del catalogo e della mostra personale alla Rocca Paolina di Perugia, nell’anno 1993.

3_antonio_carlo_ponti_300x225
Foto tratta da: http://www.ciai-s.net

…Romano Mazzini fra i solidi, tanto amati dal buon Cézanne, ha scelto di sposare, matrimonio d’amore, la sfera, volume ed archetipo che egli spezza, scompone e rimonta e ricompatta con incessante e caparbia fede, al calor bianco delle altissime, solari temperature…

Antonio Carlo Ponti, critico d’arte.

…Natura, comunicazione e scomposizioni riguardano le tonalità d’un solo pentagramma capace di far vibrare le corde più sensibili dell’animo umano. Il rapporto con la natura, in Mazzini, è una sola cosa con la propria natura interiore e la sua espressione, è la preoccupazione principale…

Giuseppe Maradei, critico d’arte.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Foto tratta da: http://www.gazzettadifoligno.it

…Nella sua ormai lunga esperienza ha esplorato i filoni di roicerca e tematiche, i più vari. Il tema del sacro, ad esempio, lo ha sempre affascinato ed impegnato in committenze anche affannose, ma, dalle cose viste in riproduzione, si evince che raramente ha prevalso in lui la maniera nelle realizzazioni …

Massimo Duranti, critico d’arte.

5_carlo_zauli_300x225
Foto tratta da: http://www.ravennatoday.it

…In verità, ho sempre cercato di non perdere il contatto culturale con questo artista che, con il suo lavoro scultoreo, onora la ceramica in Romagna, nella zona dell’Umbria e in tutta Italia…

Carlo Zauli, scultore.

6_marco_rufini_300x225
Foto tratta da: http://www.jeanwilmotte.it

…Un uomo schivo, di religiosità profonda (e non confessionale) nell’amore per le persone, gli animali, le cose…. Non catalogabile. Secondo l’estro, lo stato d’animo del momento, fa una piroetta dall’astratto al figurativo, dall’ impressionismo al naif…

Marco Rufini, scrittore.

…Hai creato in trent’anni con l’ostinazione, il riserbo, la sensibilità dei ragazzi… Voglio dedicarti solamente un augurio e un pensiero del caro, vecchio Brancusi: “Quand nous ne sommes plus des enfants, nous sommes déjà morts.

Damiano C. Leone, scrittore e critico.

Come da una semplice intuizione possa nascere un mondo, lo svela l’esperienza di Romano Mazzini nella fase delle sculture sferiche.

Rivelatrici di una meccanica dal sapore alchemico, allusive ad un sistema di dinamismi fisici ed esistenziali, mostrano, attraverso una molteplicità di interventi pseudo architettonici, la complessità di un pensiero artistico alimentato paradossalmente da una semplicità quasi bambinesca. […]

Andrea Baffoni, critico d’arte